Privacy

Ai sensi dell'art.13 del Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati o GDPR - il FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DELLA BANCA REGIONALE EUROPEA S.P.A. fornisce la seguente informativa sull'uso dei dati personali e sui diritti dei propri iscritti:

 

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

Il Fondo Pensione Complementare per i Dipendenti della Banca Regionale Europea SpA (di seguito, “Fondo”), con sede in Cuneo – Via Roma, 13 è Titolare del trattamento dei suoi dati personali (congiuntamente di seguito “Dati”), nell’ambito delle attività finalizzate a gestire la Sua iscrizione al Fondo e ogni successiva attività conseguente a tale atto.
Il Fondo Le fornisce le seguenti informazioni nella Sua qualità di Interessato.

 

RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI

Il Fondo ha nominato il Responsabile della protezione dei dati (in inglese Data Protection Officer, in breve DPO), che può essere contattato ai seguenti recapiti:
indirizzo postale: Ubi Banca S.p.A.- Data Protection Officer: Via Don Angelo Battistoni, 4 - 60035 Jesi (An)
posta elettronica: DPO@ubibanca.it
posta elettronica certificata (PEC): DPO.pec@pecgruppoubi.it

 

FINALITA’, BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO E PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI

  1. Finalità associative
    I Dati degli aderenti al Fondo sono trattati per le finalità individuate nell’Atto costitutivo e nello Statuto del Fondo e relative alla corresponsione di prestazioni pensionistiche complementari, nonché di prestazioni accessorie alle stesse. La base giuridica del trattamento è l’esecuzione del contratto da cui deriva la Sua qualifica di iscritto o la necessità di adempiere alla richiesta da Lei formulata di entrare a far parte del Fondo e di usufruire dei servizi offerti dallo stesso. Pertanto non è necessario acquisire il Suo consenso. Nell’esecuzione di tali finalità è possibile che si verifichi un trattamento dei dati particolari, specificatamente di dati relativi alla salute. Il suddetto trattamento è previsto per l'esecuzione o la gestione di specifiche operazioni o servizi quali la gestione delle polizze assicurative e/o per gestire la richiesta di anticipazione della posizione individuale ai sensi dell’art. 11, comma 7 lettera a, del D.lgs. n. 252/2005 ove motivata da spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche e per la finalità di corrispondere, al verificarsi degli eventi previsti, prestazioni accessorie per invalidità e premorienza garantite dal Fondo Pensione mediante apposita previsione statutaria ai sensi dell’art. 6, comma 5, del D.lgs. n. 252/2005. La base giuridica che consente al Fondo di procedere lecitamente al trattamento di dati relativi alla salute è il consenso dell’interessato. I Dati verranno conservati per tutto il periodo in cui l’interessato mantiene la qualifica di iscritto, e per un periodo di tempo minimo di 10 anni successivo alla cessazione del rapporto, al fine di conformarsi agli obblighi di tenuta delle scritture contabili ai sensi dell’art. 2220 del Codice Civile. I Dati saranno conservati per un periodo di tempo più lungo ove ricorra l’esigenza di far valere o difendere i diritti del Fondo in ogni eventuale sede ed in particolare nelle sedi giudiziarie o per consentire all’interessato di far valere a sua volta tali diritti.

  2. Finalità legate ad obblighi di legge
    I Dati degli iscritti al Fondo sono trattati per finalità legate all’assolvimento di obblighi previsti dalla legge, da regolamenti, dalla normativa comunitaria nonché da disposizioni impartite da Autorità a ciò legittimate dalla legge o da competenti Autorità di vigilanza o di controllo, nonché di evasione di richieste avanzate dalle Autorità Giudiziarie. La base giuridica del trattamento è l’adempimento di un obbligo legale; pertanto, ai sensi della normativa, anche in questo caso il suo consenso non è necessario. Il periodo di conservazione dei dati è differenziato a seconda della normativa di riferimento (ad es. il già citato periodo obbligatorio di conservazione degli atti e della corrispondenza per 10 anni) e salvo le esigenze di conservazione per altre finalità elencate nella presente informativa. I Dati saranno conservati per un periodo di tempo più lungo ove ricorra l’esigenza di far valere o difendere i diritti del Fondo in ogni eventuale sede ed in particolare nelle sedi giudiziarie o per consentire all’interessato di far valere a sua volta tali diritti.

 

SOGGETTI O CATEGORIE DI SOGGETTI AI QUALI I DATI PERSONALI POSSONO ESSERE COMUNICATI

Il conseguimento delle finalità sopra dichiarate avverrà anche per mezzo della attività svolta da collaboratori del Fondo specificamente incaricati ed autorizzati, nonché mediante comunicazione a terzi soggetti, quali società, enti, professionisti che forniscono servizi strettamente connessi e strumentali alla propria attività, tra cui:

  • banche incaricate dell’attività di custodia e gestione del patrimonio;
  • compagnie di assicurazione e società finanziarie incaricate della gestione delle risorse del Fondo Pensione e delle polizze relative alle prestazioni accessorie;
  • società di servizi amministrativi, contabili ed informatici;
  • pubbliche amministrazioni ed organi di vigilanza, quando previsto dalla normativa vigente.

L'elenco dettagliato delle società, enti, professionisti e incaricati è disponibile a richiesta. I terzi soggetti sono individuati, a seconda dei casi, quali Titolari autonomi o quali Responsabili del trattamento ai sensi dell’art. 28 del Regolamento in ragione del ruolo svolto e delle attività di trattamento poste in essere. I Suoi Dati potranno essere oggetto di trasferimento ad altri soggetti anche nel caso di eventuale trasferimento della Sua posizione individuale ad altro Fondo. Tale trasferimento avverrà solo previa richiesta da parte Sua. I Dati dell’associato non saranno oggetto di diffusione.

 

DIRITTI DELL'INTERESSATO

Il Fondo La informa che il GDPR garantisce l’esercizio di specifici diritti a sua tutela. In particolare prevede un Diritto di accesso, che le consente di avere la conferma se sia o meno in corso un trattamento di dati personali che la riguardano (art. 15 GDPR) e, in caso affermativo, di ottenere le informazioni previste dalla normativa nonché riceverne copia, alle condizioni di legge. Potrà inoltre esercitare i seguenti diritti:

  • Rettifica di dati personali inesatti o integrazione dei dati incompleti (art. 16 GDPR);
  • Cancellazione (c.d. Diritto all’oblio) dei propri dati personali qualora sussistano particolari condizioni e motivi, come ad esempio per i dati personali non più necessari rispetto alle finalità per cui erano stati raccolti o qualora il trattamento dei dati sia illegittimo (art. 17 GDPR);
  • Limitazione al trattamento dei propri dati, ad esempio in attesa della loro rettifica o correzione (art. 18 GDPR);
  • Portabilità dei dati personali verso un altro titolare qualora il trattamento sia automatizzato e basato su un consenso o su un contratto (art. 20 GDPR);
  • Opposizione al trattamento in qualunque momento, per motivi connessi alla Sua situazione particolare, al trattamento dei Dati che La riguardano (art. 21 GDPR).

In ogni caso, qualora il trattamento dei dati personali sia basato sul rilascio del consenso, l’Interessato ha il diritto di revocare tale consenso in qualsiasi momento. La revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento effettuato prima della revoca stessa. Per l’esercizio dei suoi diritti può inviare una specifica richiesta al DPO utilizzando i dati di contatto riportati nella presente informativa e avendo cura di allegare alla richiesta copia di un suo documento di identità e del codice fiscale. Lei ha inoltre diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali (www.garanteprivacy.it ).

 

CONSEGUENZE DI UNA MANCATA COMUNICAZIONE DEI DATI

Il conferimento di Dati al Fondo da parte dell’interessato è obbligatorio:
a) per i soli Dati per cui è previsto un obbligo normativo (ovvero stabilito da leggi, regolamenti e normativa comunitaria, provvedimenti di Pubbliche Autorità, ecc.);
b) qualora tale conferimento sia necessario per l’esecuzione dei rapporti giuridici in essere o alla erogazione delle prestazioni.

L’eventuale rifiuto di fornire i Dati nei casi di cui ai punti sub a) e b) può comportare l’impossibilità di garantire le prestazioni di previdenza complementare. Ove il trattamento dei Dati preveda come base giuridica il consenso, e tale consenso non sia prestato, ricorrono conseguente analoghe alla mancata comunicazione del Dato stesso.

 

MODALITÀ DI TRATTAMENTO

I Dati sono raccolti di norma presso l’iscritto. Il trattamento dei Dati per le suddette finalità avrà luogo con modalità informatiche e manuali, in base a criteri logici compatibili e funzionali alle finalità di cui sopra. Il trattamento dei Suoi Dati avverrà anche con l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati.