Gestione del patrimonio

Linea Bilanciata Globale Dinamica

Il comparto ha per obiettivo la rivalutazione del capitale investito nel lungo periodo, rispondendo alle esigenze del lavoratore che ha davanti a sé ancora molti anni di contribuzione al Fondo e che ricerca risultati attraverso il particolare dinamismo dei mercati azionari, partecipando alla crescita reale dell’economia in un ottica di lungo periodo, con un profilo di rischio alto.
L’investimento azionario è prevalente.

 

Caratteristiche ulteriori sulla gestione del comparto

 

Politica di gestione Prevalentemente orientata verso titoli di natura azionaria e/o strumenti finanziari di rischio equivalente (min. 0% - max 80%); è prevista una componente di natura obbligazionaria (min 20% - max 100%) ed una parte in strumenti alternativi.
Strumenti finanziari Titoli di debito, strumenti alternativi, titoli azionari e strumenti finanziari emessi da OICR di rischio equivalente; previsto il ricorso a derivati, secondo i limiti previsti dalla normativa vigente.
Categorie di emittenti e settori industriali Titoli obbligazionari emessi o garantiti da Stati o emessi da enti internazionali di carattere pubblico aventi un rating minimo pari a BBB-/Baa3, ottenuti rispettivamente dalle Agenzie di valutazione Standard & Poor’s e Moody’s (sufficiente che abbia uno dei due), oppure un valore della media mobile del CDS minore o uguale a 350 bps, fermo restando che il rating non potrà essere in nessun caso inferiore a BB-/Ba3 ed  il CDS non potrà in nessun caso essere pari o superiore a 400 bps; i titoli corporate devono avere un rating minimo pari a A/A2 oppure un valore della media mobile del CDS minore o uguale a 400 bps, fermo restando che il rating non potrà essere in nessun caso inferiore a BB-/Ba3 ed il CDS non potrà in nessun caso essere pari o superiore a 500 bps. Gli investimenti in titoli di natura azionaria sono effettuati senza limiti riguardanti la capitalizzazione, la dimensione o il settore di appartenenza della società.
Rendimento obiettivo Inflazione (Italia) + 5%. L’inflazione Italia viene rilevata dall’indice Istat mensile - Aumento prezzi al consumo operai e impiegati (ticker bloomberg ITCPIUNR). Qualora la variazione annuale dell’indice fosse negativa, viene assunto come incremento annuo il valore zero.
Costo della linea 0,31% del patrimonio su base annua

 

Rendimenti annui al netto di commissioni di gestione o rendimento trattenuto, spese amministrative ed imposta sostitutiva